Italian

la storia

Stampa E-mail

la famiglia sallier de la tour dei principi di castelcicala trova le sue origini nell'unione tra due storici casati con il matrimonio di Giuseppe Amedeo dei conti Sallier de La Tour e dei Marchesi di Cordon con Carolina Corio Principessa di Castelcicala e Duchessa di Calvello nel 1893.

lo stemma gentilizio spettante ai loro discendenti diretti, che è “…. partito, al primo di Sallier che è partito di nero e di verde, al cavallo d'argento spaventato; al secondo di Ruffo che è troncato cuneato, di argento, con quattro punte, su nero con tre punte e due mezze; il primo a tre conchiglie al naturale, ordinate in fascia.” come recita la regia patente, fu miniato nel 1908 e rappresenta tutt'oggi l'emblema del ramo della famiglia stabilitosi a Nola nei pressi di Napoli.

è da questa località infatti, ed in particolare dalla collina su cui si erge il Castello di Cicala, che deriva il titolo dei “di Castelcicala” sin da quando nel 1719 Fabrizio Ruffo, secondogenito del III° Duca di Bagnara, nato a Nola nel 1648, acquista dalla Regia Corte il fondo e viene insignito del titolo di I° Barone di Castelcicala.
per discendenza diretta, il titolo di Principi di Castelcicala concesso al figlio Paolo con diploma dell'Imperatore Carlo VI nel 1729, prosegue con il di lui figlio Fabrizio II° Principe di Castelcicala I° Duca di Calvello, Ministro Plenipotenziario a Lisbona, Londra e Parigi, Consigliere e Ministro di Stato, e poi ancora Paolo, 3° Principe di Castelcicala 2° Duca di Calvello , Generale, Ministro Plenipotenziario a Vienna, Pietroburgo e Londra, Luogotenente Generale dei Re Ferdinando II° e Francesco II° in Sicilia, quindi a Giustina ed infine Carolina che sposa Sallier de La Tour.
Giuseppe Amedeo dei Conti Sallier de La Tour e dei Marchesi di Cordon e Carolina Corio Principessa di Castelcicala e Duchessa di Calvello erano i miei bisnonni, coloro che per più tempo dimorarono a Villa Castelcicala dove oggi vivo.
 

.